Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nella provincia di Livorno

Cenni storico istituzionali:

L’Istituto Storico della Resistenza e della Società Contemporanea nella Provincia di Livorno (ISTORECO) è stato costituito il 30 settembre 2008 ed è ordinato come associazione senza scopo di lucro.
Si propone, come recita il suo Statuto, di favorire il reperimento e la salvaguardia delle fonti documentarie, nonché di promuovere la ricerca storica, l’attività didattica e quella culturale allo scopo di approfondire la conoscenza della società contemporanea, con particolare riguardo alle vicende legate all’opposizione al fascismo, alla lotta di Liberazione e all’età repubblicana con specifica attenzione alle vicende che si sono verificate nel territorio provinciale.

L’Istituto è associato all’Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia (INSMLI) grazie al quale può, tra l’altro, svolgere attività di formazione accreditata dal MIUR.
Svolge inoltre la sua attività in collaborazione con l’Istituto Storico della Resistenza in Toscana (ISRT), con gli altri Istituti Storici della Resistenza, con le Istituzioni scientifiche e culturali, con gli Enti Locali territoriali e con ogni altro soggetto pubblico e privato che ne condivida le finalità statutarie.

Per il raggiungimento di questi obiettivi l’Istituto indirizza la propria attività verso:

  • il reperimento, l’acquisizione e la classificazione di materiale documentario che interessa la storia della Resistenza e la storia Contemporanea;
  • la promozione e il coordinamento di ricerche, manifestazioni, convegni, iniziative editoriali, scientifiche e divulgative, esposizioni e pubblicazioni anche periodiche, nonché la collaborazione ad iniziative culturali di altri Enti e privati, quando ne sia accertata la rispondenza agli scopi dell’Istituto;
  • la progettazione e l’attuazione di programmi didattici e di aggiornamento tesi a diffondere nelle scuole la conoscenza degli avvenimenti relativi al movimento di Liberazione nazionale e della storia contemporanea;
  • la ricerca dei reperti e cimeli del periodo della lotta antifascista e della resistenza, conservandoli e provvedendo al censimento e alla promozione della tutela e del riordino dei monumenti, dei cippi e delle lapidi dedicati alla lotta antifascista, alla Resistenza e alle vicende che hanno avuto particolare rilievo socio-politico nella storia contemporanea.

Contatti:

  • Telefono: 0586809219

Collegamenti:

Patrimonio:

Archivio:

Nel 2010 la confluenza nell’Istoreco del patrimonio archivistico della ex Federazione del Pci e di una piccola parte di quello della Dc, Partito popolare italiano e Margherita, con la raccolta di documenti non solo della città di Livorno ma dell’intero territorio provinciale, ha dato il via alla creazione dell’Archivio Storico permettendo all’Istituto non solo di corrispondere ad una delle maggiori finalità presenti nello Statuto ma anche di diventare un luogo dove far confluire qualunque tipo di materiale possa essere ancora reperibile sulla storia contemporanea locale in tutta la sua articolazione e complessità. L’Istoreco si pone come obiettivo di recuperare fonti e materiali documentari della recente storia e memoria del territorio sottraendoli da irreversibili e definitive dispersioni.

Biblioteca:

L’Istoreco è nato con la dotazione del fondo dell’ex Centro studi sull’antifascismo e la Resistenza di Villa Maria del Comune di Livorno. Questo fondo, insieme a quello donato dalla famiglia di Gastone Orefice, è stato catalogato ed è reperibile in rete all’opac Biblioteca Livorno.

Si sono poi aggiunti a questi due blocchi, gli oltre 3.000 volumi dell’ex Federazione del Pci-Biblioteca dei Portuali, la parte donataci dalla Biblioteca Labronica del cosiddetto Fondo Fiorentini, i volumi donataci, insieme alle carta del Psi di Livorno, da Massimo Bianchi. Tutti questi fondi sono in corso di catalogazione.

L’Istoreco ha poi fatto in questi anni una piccola ma significativa opera di acquisizioni librarie con scelte molto mirate e specialistiche sui temi della storia contemporanea, che viene regolarmente arricchita anche attraverso le donazioni che arrivano dagli istituti della rete dell’Istituto nazionale per la storia del Movimento di Liberazione in Italia (INSMLI).

Orari e indicazioni per l'accesso ai fondi:

Dal lunedì al venerdì, ore 9 – 13, il pomeriggio su appuntamento

Sedi

Indirizzo:
Complesso della Gherardesca
Via Galileo Galilei, 40
57122 Livorno (LI)
Italia

Complessi archivistici

Compilatori

  • Barbara Grazzini